Igiene e prevenzione orale

Igiene orale professionale, ovvero tutte quelle manovre praticate dal professionista al fine di eliminare tutti i residui accumulati.

La prevenzione è la migliore arma per la salute dentale.

Cosa si intende per igiene orale? 

Si intende la pulizia della cavità orale sia essa a livello domiciliare che a livello professionale, indispensabile nella rimozione della placca batterica e tartaro (qualora fossero presenti) per evitare l’insorgere di eventuali patologie come la carie e le malattie parodontali, poiché nel tempo, se tralasciate, potrebbero causare dei danni irreversibili al cavo orale, come recessioni gengivali, mobilità dentale e perdita dei denti.

L’uso quotidiano dello spazzolino e del filo interdentale, se utilizzati in maniera corretta, sono essenziali per una buona igiene del cavo orale. E’ consigliato quindi fare regolari visite di controllo ed ablazione del tartaro almeno una volta l’anno, mentre per i fumatori ogni 3 mesi.

Igiene orale professionale

con questa definizione si comprendono tutte quelle manovre praticate dal professionista al fine di eliminare tutti i residui accumulati.

Le manovre possono essere differenti:

  • Ablazione del tartaro: rimozione del tartaro sopra-gengivale
  • Polish: lucidatura delle superfici dentarie mediante pasta da profilassi
  • Levigatura radicolare: rimozione del tartaro sub-gengivale
  • Curretage: rimozione tessuto gengivale non sano

La prevenzione

per effettuare una corretta prevenzione è fondamentale un ruolo attivo del paziente così da poter perseguire insieme l’obiettivo di una corretta salute orale.

La prevenzione si può classificare in tre livelli:

  • primaria: mira al controllo ed all’informazione per poter far si che la malattia non si presenti;
  • secondaria: intercettando la patologia ed il danno procurato precocemente attuando visite e controlli periodici;
  • terziaria: limitando e rimediando a danni ormai evidenti e prevenendo problematiche conseguenti alla patologia in atto.

La prevenzione è la migliore arma per la salute dentale.

L'odontoiatra ha quindi un ruolo certamente centrale nella intercettazione e nel trattamento del disturbo.

Suggerimenti:

  • Andare dal dentista quando un dente fa male è spesso troppo tardi per evitare la devitalizzazione.
  • Sottoporvi a visite periodiche (almeno una volta l’anno) e a regolari sedute di igiene orale (anch’esse almeno una volta l’anno) può evitarvi di dover affrontare interventi più complessi e costosi.